Pordenone 6 settembre – 1° ottobre 2016
anno 20°: Quelli che amano hanno sempre 20 anni
spettacoli, incontri e laboratori
Ventennale de L’Arlecchino Errante
Premio
“Stella dell’Arlecchino Errante 2016”
alla compagnia Abbondanza Bertoni

2016, Quelli che amano hanno sempre 20 anniRubiamo il titolo di quest’anno a un verso del 1966 del mitico cantautore Antoine Muraccioli, per celebrare in modo diverso e dinamico i primi galloni della maturità del nostro Festival. Il festival del ventennale celebra insieme gli anni “dietro”, quelli che pesano eppure volano, e quelli davanti, che volano eppure pesano. Così il “vecchio” Arlecchino Errante quest’anno “si fa in quattro”, per essere all’altezza dei suoi vent’anni sempreverdi e incontrare la forza del continuo rinnovamento. Un auspicio per un sempre miglior dialogo tra la vecchiaia e la gioventù, tra l’esperienza e la passione: il festival declina il suo tema in quattro capitoli o percorsi successivi, quattro brevi Festival in uno, che si passano il testimone. Piccoli eroi, viaggi necessari, biografia apocrifa di Arlecchino e il premio Stella de L’Arlecchino Errante alla compagnia Abbondanza Bertoni.

Maestri ospiti: Michele Abbondanza e Antonella Bertoni

Docenti: Claudia Contin Arlecchino, Ferruccio Merisi, Lucia Zaghet, Giulia Colussi, Daria Korsunovskaia

Spettacoli, eventi e comunicazioni con: Claudia Contin Arlecchino, Ferruccio Marisi, Giulia Colussi, Lucia Zaghet, Daria Korsunovskaia, Stefano Gava, Compagnia Hellequin, Laboratorio Porto Arlecchino, Compagnia Teatro delle Condizioni Avverse, Mike Rollins e Compagnia Teknicolor, Compagnia Instabili Vaganti, Giuseppe Goisis e Compagnia Brincadera, Gianfranco Piersanti e Compagnia Teatrattivo, Associazione delle Comunità Burkinabé del FVG, Teatro Nucleo, il duo I Papu, Quella Mezza Sporca Dozzina, I Viaggi di Capitan Matamoros, La Gazza Ladra e UILT Regione Veneto, Stefano Mantovani e Luigi Righetti per Cooperativa Noncello, Rasid Nikolic e The Gipsy Marionettist, Compagnia Telón de Azúcar, Compagnia Abbondanza Bertoni, Marco De Marinis e Simone Azzoni.


Scarica il manifesto

Scarica il libretto completo